Il vino è un prodotto con una storia strettamente legata al territorio di produzione e, per questo motivo, ha molto da raccontare. Comunicare significa innanzitutto conoscere il proprio pubblico. Ma in alcuni settori non è semplice identificarlo perché si possono offrire servizi o prodotti che hanno un ampio bacino d’utenza. Questo è il caso di una cantina o un’azienda vitivinicola.

I Giovani ed il Vino

Le nuove generazioni sono, a prescindere, un target strategico. Questo perché costituiscono uno dei mercati mondiali più ampi anche per i prodotti enologici del nostro Paese. Negli Stati Uniti, ad esempio, i giovani rappresentano quasi 87 milioni di persone e sono considerati i clienti con maggiore potenziale di crescita. Un crescita non sono in quantità ma, soprattutto, in qualità di consumo. Sempre negli Stati Uniti è stato rilevato che i vini di fascia più bassa (ovvero sotto i 10 $) hanno perso grosse fette di mercato, quando invece quelli di fascia medio-alta hanno aumentato sempre di più le vendite.

I giovani hanno decisamente cambiato il modo in cui scelgono ciò che acquistano. Prediligono i prodotti di qualità, si informano su di essi, vogliono conoscerne la storia e i metodi di produzione per apprezzarne appieno le caratteristiche. Tutte queste informazioni vengono reperite tramite il web e i social media, che hanno quindi un impatto preponderante sull’opinione riguardo ad un prodotto e ad un marchio. Il web è quindi il mezzo principale per entrare in contatto con loro, senza dimenticare che l’uso di esso si sta affermando sempre più anche nelle generazioni dei “non nativi digitali”. Questi ultimi rientrano quindi, per certi versi, nello stesso target.

I ruolo del Web e dei Social

Per captare un segmento di mercato così importante, occorre partire dalla strategia di comunicazione base: quella dell’impostazione di un Sito Web, un biglietto da visita per qualsiasi realtà di oggi. Il sito web deve essere adatto al pubblico: non deve piacere solo a chi lo crea, ma soprattutto ai fruitori. Bisogna poi saper sfruttare appieno le potenzialità dei Social Networks, curando con attenzione le pagine aziendali ad esempio su Facebook, LinkedIn, Instagram e Twitter, (ricordando che ogni social ha un proprio pubblico ed un proprio linguaggio) per dare la giusta visibilità alla Cantina o al prodotto ed intercettare nuovi clienti. Questi e altri steps devono necessariamente rientrare all’interno di una più ampia strategia di comunicazione di medio-lungo termine. Anche l’implementazione o l’integrazione di un e-commerce per la vendita online deve essere valutata con grande attenzione.

Digital Signage per ingaggiare il cliente in modo nuovo ed emozionante

La comunicazione del vino

La Corporate Identity, volta allo studio della soluzione grafica più elegante e adatta per presentare l’azienda vitivinicola o il vino, studiando un’immagine coordinata per il logo, il packaging e altro ancora, racconta molto dell’azienda e dei suoi successi. Essa è fondamentale e strategica anche per il mondo del Web.

Il Digital Signage è tecnologia che sta vivendo un forte sviluppo perché sfrutta il forte impatto visivo dei messaggi multimediali sui clienti all’interno di un punto vendita. I messaggi video e/o audio e l’interazione diretta con un monitor touchscreen consentono anche alla Cantina di raccontare e mostrare, con video emozionali, la propria storia, le proprie tenute, le fasi della lavorazione, fino a offrire la possibilità di reperire tutte le informazioni relative ad una specifica bottiglia, anche in ottica multilingua ad esempio per i turisti stranieri.

Altre risorse molto utili sono i Tag NFC, ovvero la Comunicazione in prossimità: una tecnologia wireless bidirezionale a corto raggio. Questi piccoli microchip, solitamente utilizzati per l’anticontraffazione, possono essere impostati anche per verificare l’autenticità di una bottiglia di particolare valore e, tra le varie potenzialità, permettono di offrire ai clienti delle informazioni aggiuntive relativamente ai prodotti in vendita.